21 gennaio 2021 ore 19:00

Ventuno

Non esiste un solo momento chiave per determinare l’inizio o la fine di un’epoca, ma la contemporaneità di più elementi che si verificano a causa di un evento straordinario e non c’è alcun dubbio che il COVID con la sua virulenza abbia inusitatamente cambiato le nostre abitudini, le nostre emozioni.

Proviamo ad esempio a pensare a quanto tempo le persone impiegheranno, a fine pandemia, a ridurre la “distanza sociale” di un metro, che volente o nolente, sono state costrette ad adottare, acuendo, di fatto, una propensione egoistica dell’uomo già evidente negli ultimi due o tre lustri. Ma il perpetrarsi della diffusione e della paura del virus, ci hanno fatto riscoprire, in un secondo momento, i “valori classici” persi, come la centralità della famiglia, degli affetti, dei rapporti interpersonali in genere, che improvvisamente si riscoprono come uniche maniglie certe e conosciute a cui appigliarsi per ripartire, ricreare, o per ritrovare sicurezza.

La “tradizione” quindi accorre in aiuto del “nuovo, dell’incerto. Siamo indubbiamente pertanto in un’”epoca periodizzante”: chissà in futuro quale appellativo le daremo, ma questo compito spetterà agli storici.

Guardando invece al (20)21 come anno nuovo, proviamo ad analizzarlo affidandoci a tre (2+1) significati, ponendo attenzione all’interpretazione dei numeri o a quella popolare e religiosa.

– Quando vediamo l’angelo numero 21, significa che è tempo di nuovi inizi, di cambiamenti e quindi altre opportunità, corredate da un atteggiamento positivo verso il “rinnovamento.”

– Il numero 21 è in realtà una combinazione del numero 2 (equilibrio, ottimismo) e del numero 1 (motivazione, nuovi inizi).

– 21 nella cabala napoletana è la donna nuda, da noi intesa come richiamo al diritto di ognuno di sentirsi liberi. Dopotutto, la nudità è Arte.

– Potremmo continuare, ma possiamo già dire che tutto ci riporta ad un solo concetto, “rinnovamento”, meglio esprimibile con “ripartenza”. Noi di Kaos 48 questo tema lo abbiamo già decisamente cominciato ad affrontare con “diciann9ve” continuandolo con “restART” e “missION”: ora lo ribadiamo, concludendo questo ciclo, con “21” perchè siamo convinti che sarà tempo, nel futuro immediato, di percorrere questa strada, e che solo gli artisti, con la loro creatività agitano, movimentano, illuminano, arricchiscono il nostro tempo.

L’arte come importante momento di riflessione ed arricchimento, necessario all’uomo per riscoprirsi e tornare ad essere protagonista della propria vita, restituendosi una centralità nel compimento del proprio destino.

20 + 1 opere che ci indicheranno con il loro estro il momento storico attuale, secondo una prospettiva tridimensionale.

“I nuovi inizi sono spesso mascherati da finali dolorosi” (Lao Tzu).

Video interviste degli autori

“per una visione ottimale della mostra, in tutte le sue funzionalità, sono consigliati:
– visione dal pc;
– utilizzo del broswer “Chrome”;
– visione da dispositivi mobili tramite App “Artsteps”.

Torna su